index

Rumori di fondo

Laboratorio sul Pinerolese/ ricerca aperta- inviare critiche e contributi a 

pb250947@alpimedia.it

 

la presa di parola di gruppi sociali, di paese, di chiesa: la politica ‘minore’ e le pubblicazioni del Pinerolese dal secondo dopoguerra - autori vari

nota. file word- per una lettura più agevole una volta aperto il file impostare Visualizza- mappa documento- in modo da avere l'indice interattivo

Indici- introduzione - prima parte        

Seconda parte                                   

Terza parte                                        

Quarta parte                                         

Allegati 1a                                       

Allegati 1b                                           

Allegati 2a  

Allegati 2b                                         

   


 

osservazioni  


 

integrazioni

 Comitato Sanità  pdf    Comitato Anziani  Cronologia del movimento NOTAV in val Susa Indagine sulle associazioni di Pinerolo  Le associazioni di volontariato (G.Canal)  Subalpina -htm  Per una storia del coordinamento pendolari  htm  L'Avvisatore Alpino -.htm  sindacati di base   Perosa e i Salesiani -pdf (estratto-19o capitolo-Renzo Furlan)

Circolo S.Pellico (ECO)  la Portassa rtf (ECO)   cronologia 1906-2005- d.arghittu   italia-cuba-htm Il prete da guerra.pdf

storia dell'Unitre di Perosa -doc  unitre Pinerolo pensierinpiazza  valore laicità costruire la sinistra-Val Pellice

 

  Bocca   Quinterna-rivista-14: L'operaismo italiano e il suo Sessantotto lungo vent'anni    Rapporto sui quotidiani on line

  il manifesto


Una parte del materiale è servita per la trasmissione 'Storie di Storia' andata in onda

 su Radio Beckwith di Torre Pellice dal 2005 al 2007.

Si possono ascoltare le registrazioni delle puntate (mezzora , circa una ventina di Mb l'una) al link http://www.alpcub.com/storie%20di%20storia.htm


 

Testi sui massmedia link

Ascolta: la free press  - link

Inizia questa settimana un ciclo di due puntate sul tema della free-press, ossia dei quotidiani gratuiti. La prima di queste due puntate sarà incentrata nello specifico del loro sviluppo ,della loro grande e capillare distribuzione nelle metropoli dove sono presenti, andando a curiosare su chi c'è dietro questo nuovo "fenomeno",sul rapporto con i giornali tradizionali .Si parlerà di tutto ciò e anche delle conseguenze che questo tipo di informazione genera nella coscienza critica dei lettori con Attilio,giovane ricercatore dell'Università di roma in Teorie e tecniche della comunicazione di massa, ghost writer e curatore di programmi tv,in collegamento diretto con gli studi di Amisnet.

In redazione Cristiano Muccini, regia di Andrea Pavin.

 


 

 

Ringraziamo coloro che hanno collaborato in vario modo alla ricerca ( a cura de " l'asinistra" ) iniziata in sordina dieci anni fa e ripresa più volte:

  Gianluca Aimaretti, Daniela Alberti,  Leopoldo Armandi, Piero Baral (P.B.), Vincenzo Baraldi, Alberto Barbero, Carlo Baret, Alberto Bassani, Franco Bergoin, Vincenzo Bertalmio,Corrado Bertolotto, Ezio Bertone, Carlo Bianco, Gemma Boaglio, Carlo Borra, Sandro Buffa, Giuseppe Buzzanga, Manuela Cammillotti, Claudio Canal, Giorgio Canal, Tonino Chiriotti, Sergio Coalova, Sandro Conti, Piermario Corino, Carlo Degiovanni, Mario Dellacqua , Isa Demaria, Judith Elliot,  Elvio Fassone , Vittorio Federico, Luigi Fenoglio, Enzo Ferlenda, Paolo Ferrero, Vivina Forgia, Carla Galetto , Emilio Gardiol,  Giorgio Gardiol, Diego Giachetti, Gianpaolo Giordana, Piero Granero, Fulvio Gottero, Consolata Grosso, Vincenzo Guagliardo, Fiammetta Gullo,  Anna Lami , Beniamino Lami, Enrico Lanza, Marc Lazar, Gianni Losano, Gustavo Malan, Alberto Maranetto,  Ezio Marchisio, Angelo Merletti, Giorgio Merlo, Elio Millanesio, Gigi Moine,  Eugenio Morero, Pier Cesare Morero, Giovanni Panosetti, Valter Passet, Valentina Pazè, Bruna Peyrot, Ugo Piton, Severo Piergallini, Valerio Podio, Ada Poet,  Franco Polastro, Andrea Pomini, Roberto Prinzio, Luca Prola,  Raffaello Renzacci, Clelia Roetto, Aldo Rosa, Elvio Rostagno, Piervaldo Rostan, Paolo Sales , Andrea Salusso, Elio Salvai, Sandro Sarti, Moreno Soster, Francesca Spano, Renzo Tessore , Lorenzo Tibaldo, Graziella Tron, ed altri ; si ringrazia la Beidana,  Gioventu’ Evangelica, Vittorio Morero,  l’Eco del Chisone e l’Eco mese, ‘Alias’ per i loro testi. Sono scomparsi alcuni protagonisti, ricordiamo Sandro Buffa e Eugenio Morero che non abbiamo potuto interrogare.

                                             

L’asinistra è la sigla di un collettivo informale composto da alcuni dei reduci del Circolo operaio di None, attivo all’Indesit nei primi anni ’70. Uscirono alcuni lavori come la ricerca sull’assenteismo (1979) e l’opuscolo ‘Il fondo del barile’ sul licenziamento dei 61 della Fiat (1979). La sigla fu ripresa per firmare il giornalino ‘non tutto è valle’ venduto settimanalmente in 140 copie per quattro anni, dal ’90 al ’94 in Val Chisone.

“L’asinistra come suggerisce il nome invita a non illudersi troppo sulle nostre capacità - sinistra vecchia e nuova – e a fare ‘gas piccolo’ evitando le borie da partito. Sovente non siamo molto preparati e, quando ci tartassano troppo, sferriamo qualche calcio poderoso.”

 

Nota. essendo questa ricerca un  lavoro collettivo e volendo favorirne la diffusione, è stato pubblicato in web. Non ci sarà un compenso per gli autori e il curatore - il ricavato- offerte volontarie- inviarlo a a ‘EMERGENCY’.